Otolab



            Otolab is a collective of multimedia artists founded in 2001 in Milan. Over the years it has seen, among the most active members, Massimiliano Gusmini (mud), Luca Pertegato (xo00), Marcello Scarpa (mentos), Marco Albert (maikko), Bertram Niessen (orgone), Massimiliano Viel (prof, sn, ssim-el), Fabio Volpi (dies_), Giovanni Membretti (peppo lasagna), Antonio Cavadini (tonylight), Luca Fruzza (reezla), Alessandro Minisci (androsyn), Ivan Benja (rudi mental), Domenico Fusco (zerosinapsi), Davide Calcaterra (tech data), Franco Duranti (fd), Luca Isabella (kcid), Silvio Mancini (harto), as well as numerous external collaborations on specific projects.

Otolab is made of composers, musicians, DJs, video artists, videomakers, web designers, graphic designers, painters and architects and deals with experimentation in the field of digital art and electronic music.

At the center of the collective's research there is an investigation on perception, in particular on the themes of synaesthesia and on the symbiotic relationship between images and sound. The collective's works explore the perceptual deception caused by optical illusions and the construction of immersive virtual realities.





Suonare la luce

Workshop disperimentazione sinestetica audiovWorkshop di sperimentazione sinestetica audiovisiva
a cura di Luca Pertegato e Antonio Cavadini (otolab)

Il workshop introduce gli studenti al mondo del DIY nel campo dell’elettronica analogica di base, applicata al suono e alla performance audiovisiva.
La prima parte del Iaboratorio prevede una breve introduzione storico/metodologica, una spiegazione tecnica del funzionamento e delle diverse tipologie e caratteristiche della gamma di Lumanoise, seguito da una breve dimostrazione.

Si procederà quindi all’assemblaggio del mini-sintetizzatore audio dove i partecipanti verranno guidati nella costruzione del proprio strumento assemblando i componenti elettronici forniti nel kit di montaggio.
La seconda parte del laboratorio prevede la sperimentazione dei propri strumenti auto costruiti. I partecipanti verranno guidati dai docenti nella composizione audiovisiva e nell’uso degli strumenti e delle diverse tipologie di luci utilizzabili.

I partecipanti possono utilizzare il proprio saldatore da stagno e sono invitati a portare: torce led con modalità luce intermittente, piccole lampade stroboscopiche, lampade UV e ogni altra fonte luminosa poco ingombrante e con alimentazione autonoma (batterie o cavo di alimentazione per la rete elettrica a 220v).

Per la realizzazione del workshop verranno forniti agli studenti i kit di montaggio completi di basette prestampate, componenti elettronici e box, per la costruzione dei mini-sintetizzatori audio “Lumanoise”.

Ogni partecipante, dopo avere costruito e utilizzato il proprio Lumanoise per la durata del laboratorio, potrà conservare lo strumento.

Avvertenza: l’utilizzo di luci stroboscopiche durante il laboratorio potrebbe causare problemi a persone sensibili alla stroboscopia o che hanno avuto problemi di epilessia, in questo caso sconsigliamo la partecipazione al workshop.


PROGRAMMA:


23 Aprile

–  Presentazione del workshop, di otolab e dei progetti realizzati con utilizzo del Lumanoise

–  Panoramica sui diversi modelli di Lumanoise e delle loro caratteristiche tecniche con dimostrazione

–  Montaggio guidato dei dispositivi da parte degli studenti

24 Aprile 
 

–  Verifica e messa a punto dei dispositivi montati, risoluzione delle problematiche tecniche
–  Sperimentazione guidata con luci e Lumanoise da parte dei partecipanti

COSTO DEL WORKSHOP:

200 euro per partecipante, con incluso Lumanoise Monocassa assemblato.

Info e iscrizioni: spettrovenue@gmail.com